mercoledì 21 ottobre 2015

Leggendo "Psycho" di Robert Bloch


Buondì! :3
Scusate per i giorni di assenza, torno in carreggiata parlandovi del libro che ho iniziato ieri sera: "Psycho" di Robert Bloch. Sì, è "quel" Psycho. Sì, è quel Norman Bates.


E mi piace da morire.

Non solo Bloch scrive divinamente; la cosa più interessante sta nella doppia chiave di lettura del libro, pre e post visione del film ormai celeberrimo per la magistrale regia di Alfred Hitchcock.

La copertina di "Psycho"
Se l'avete visto, sapete come va a finire. Conoscete la verità - che qui non riporterò per evitare spoiler - e tutti i risvolti psicologici che essa comporta. E, se la conoscete, vi è piaciuta da matti. Quindi, leggere il libro post visione del film significa andare a caccia di quegli indizi che, fin dall'inizio, vi avrebbero potuto mettere sulla giusta carreggiata.
E ci sono, ma sottili e quasi impossibili da individuare per un occhio che non conosce la realtà dei fatti. Qui sta la grandezza di Bloch, autore del quale, purtroppo, esistono ben pochi libri tradotti in italiano. La maggior parte sono in francese o inglese, ma date un'occhiata anche all'ebook "Dio senza volto": si tratta di un racconto dalle tinte lovecraftiane veramente, ma veramente figo.

E se il film non l'avete mai visto?

Beh, allora questo libro vi si schiuderà davanti agli occhi come un fiore. Un fiore nero e maledetto, coi petali pesanti e schiacciati dal sangue, ma pur sempre un fiore. Leggetelo e bruciate di curiosità pagina dopo pagina, fino all'epico, inaspettato finale. E, naturalmente, non perdetevi il film: è uno dei rari casi in cui cinema, regia e libro sono andati pressoché di pari passo in termini di qualità.

Sapevatelo e leggevatelo! XD

5 commenti:

  1. Il film lo adoro, visto e rivisto e, ultimamente, analizzato anche all'università, durante una bella lezione di storia del cinema. Per paura che fosse troppo simile e, perché no, non all'altezza, non ho mai voluto leggere il romanzo: ma magari torno sui miei passi. Se non la conosci, carina anche una serie televisiva che fa un po' da spin-off: Bates Motel. Non a questi livelli, ma discreta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, che piacere leggerti! :-)
      Ti dirò, io sto amando il libro specialmente perché rivela tutte quelle sensazioni, quei meccanismi di pensiero e i retroscena dei personaggi pur mantenendo ben tesa la tenda che divide il detto dal non detto, ciò che sappiamo da ciò che non osiamo nemmeno immaginare. Non so se hai dsto un'occhiata anche al mio precedente post, ma ho comprato anche i romanzi di Marnie e Io ti salverò, altre due perle la cui regia è stata poi firmata da Hitchcock. Hai visto i film? Io li ho amati, in particolar modo il secondo. Darò volentieri una sbirciata alla serie che hai citato, potrebbe rivelarsi un buon modo per passare Halloween da brava nerd :-D

      Elimina
  2. Mi è sempre piaciuto Alfred Hitchcoch e Psycho è una delle sue perle!
    Anch'io, come te, ho solo visto il film, ma adesso farò un pensierino anche sul libro.
    Deve essere stato molto interessante partecipare alla lezione di storia del cinema! Beato te! Adoro parlare di cinema ( e di libri ) e vorrei poter tornare indietro nel tempo per poter frequentare un corso sull'argomento.
    Non conosco la serie televisiva di cui parli, ma deve essere senz'altro carina da seguire.
    Ciao


    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me piacerebbe tanto seguire un corso di questo tipo! Una mia amica (Sabrina, la conosci anche tu) ha acquistato tutta una collana in edicola con tanti dvd sulla storia del cinema e mi ha detto che era davvero ben fatta, con molti spunti e spiegazioni sulle più celebri (e anche meno celebri) scene dai film più noti della storia del cinema. Magari darò un'occhiata a quello che offre l'AIDEA quest'anno, l'unico difetto dei loro corsi è che sono a pagamento... e che pagamento! :(

      Elimina
  3. Magari potrei chiedere a Sabrina se mi presta la sua collana di dvd sulla storia del cinema!
    Se ti dovessi informare sui corsi, fammi sapere...

    RispondiElimina

Tu.
Sì, proprio tu.
Ti trovi in un luogo fra lo spazio e il tempo, dove l'educazione e il rispetto sono la regola internazionale. Se ciò che stai scrivendo è offensivo, sei pregata/o di contare fino a dieci e ricordarti che nell'eternità siderale la stupidità non ha luogo.